Premiato Alessandro Spiezia | SILMO 2019

SILMO 2019: PREMIATO ALESSANDRO SPIEZIA PER LA SUA CARRIERA

È stata la neonata associazione International Optician Association a premiare Alessandro Spiezia, proprietario di Ottica Spiezia, durante la cerimonia di presentazione dei Silmo D’Oro. Nel corso del recente Salone Internazionale di Parigi, l’ottico di via del Babuino ha ricevuto l’ambito premio alla carriera per il suo «eccezionale contributo alla professione».

DAL 1967, IL MONDO DELL’OTTICA AL PRIMO POSTO

Dal 1967 a oggi: Ottica Spiezia, così come il Silmo, vantano oltre 50 anni di esperienza nel campo dell’occhialeria. La Fiera dell’Ottica Internazionale nacque da un’idea molto semplice: essere molto di più di un semplice ritrovo annuo di venditori e compratori di occhiali e diventare il principale espositore di moda e innovazione ottica, anticipatore dei modelli per l’anno futuro.
Ad oggi, il Silmo è esattamente questo. In particolare, il Silmo Parigi è diventato in breve il luogo di riferimento dei maestri del settore, grazie anche alla sua capacità di rinnovarsi ogni anno, creando nuovi modelli e nuovi successi.
Esattamente come ha fatto Alessandro Spiezia nella sua Ottica.

UNA BOTTEGA NEL MONDO: SUCCESSO A PRIMA VISTA

Da Fellini al Papa, passando per Mastroianni, Rino Barillari, Giallini, Tom Hanks, Harvey Keitel, Giulietta Masina e Romina Power, Ottica Spiezia non ha mai smesso di essere un punto di riferimento per tutti i personaggi famosi alla ricerca dell’occhiale perfetto per ogni occasione. Alessandro Spiezia e suo figlio Luca, nella loro bottega di 8 metri quadri in via del Babuino 199, a pochi metri da Piazza del Popolo, hanno realizzato quello che, a prima vista, appariva impossibile: raggiungere tutto il mondo grazie alla qualità dei loro prodotti e alla loro costante attenzione al dettaglio.

I loro occhiali hanno fatto il giro del mondo, hanno raggiunto gli Oscar e non sono stati disdegnati tra i palazzi del Vaticano, hanno aiutato moltissimi personaggi di spicco ad avere un nuovo stile, o a celarsi agli occhi dei molteplici fotografi.
Così oggi si può dire, anche grazie a questo riconoscimento, che l’obiettivo prefissato è stato suggellato: dal Salone di Parigi alla bottega di Roma, Alessandro Spiezia ha davvero cambiato il modo di vedere e far vedere l’ottica.